10 Strategie di Remarketing per 10 tipologie di target differenti

Un elenco per il remarketing è una lista di raccolta di utenti che hanno visitato un sito (o un'app), identificati da Google attraverso i loro cookies di navigazione. Gli elenchi di Remarketing possono essere aggiunti nel targeting dei gruppi di annunci delle campagne in modo da poter proporre annunci specifici a determinati gruppi di visitatori. A seconda del gruppo di utenti cui ci si rivolge, infatti, è bene identificare un messaggio con un contenuto diverso, pensato apposta per quei visitatori.

Quando si lavora con il Remarketing Dinamico, questo avviene in automatico. Bisogna sempre considerare che la strategia per le creatività è tanto importante quanto la strategia per gli elenchi per il remarketing. Gli annunci di remarketing devono sempre essere pertinenti al pubblico che si desidera raggiungere, oltre che esserei in linea con il layout del sito e contenere un invito all'azione efficace.

Per raggiungere il maggior numero possibile di utenti web, è necessario inoltre creare annunci display e di testo per la campagna di remarketing in più formati. In un secondo momento sarà poi possibile individuare il formato più efficace.  Per la creazione di banner AdWords mette a disposizione la Galleria di annunci, uno strumento molto semplice da utilizzare. La Galleria di annunci permette di scegliere tra oltre un centinaio di modelli di annunci. Aggiungendo testo, colori personalizzati, immagini e il proprio logo, si ottengono annunci display dall'aspetto professionale.

Lavorando sulle offerte è possibile raggiungere più utenti dell'elenco per il remarketing, ottimizzando l'esposizione. Le strategie di offerta automatizzate possono inoltre essere combinate a piacimento con i diversi elenchi per il remarketing allo scopo di aumentare il numero e la qualità delle conversioni, puoi combinare strategie di offerta automatizzate con elenchi per il remarketing per gli annunci della rete di ricerca.

1. Tutti  i visitatori del sito

L'operazione di remarketing più semplice è raggiungere tutti visitatori del sito web. Per creare questo elenco di remarketing è sufficiente impostare  come url dell'elenco l'homepage. Questo è l'elenco di Remarketing più generico, quello che che AdWords crea in automatico.

2. Utenti interessati a certi prodotti

Per promuovere diverse categorie di prodotti, è possibile creare un elenco per il Remarketing per ciascuna categoria di prodotti in cui l'URL di ciascun elenco contenga il nome della categoria.

3. Visitatori che non hanno convertito

Gli utenti che non hanno portato a termine l'acquisto, o comunque non hanno effettuato la conversione, possono essere raggiunti e attirati nuovamente sul sito. Per creare una lista di utenti di questo tipo bisogna cprima creare un elenco di visitatori che hanno realizzato una conversione e quindi crreare un Elenco di combinazioni personalizzate che parte dall'elenco Tutti i Visitatori e da quest esclude i visitatori che hanno già realizzato una conversione.

4. Visitatori che hanno abbandonato il carrello

A volte, gli utenti aggiungono articoli nel carrello degli acquisti online, ma poi non completano l'acquisto. Si tratta di clienti molto vicini alla decisione di acquisto e raggiungerli con il remarketing significa incoraggiarli a concludere l'acquisto. Per raggiungere questi utenti bisogna prima creare un primo elenco di clienti che hanno visitato la pagina "Carrello acquisti" (inserendo l'URL specifica di questa pagina) e un secondo elenco di utenti che hanno completato l'acquisto e visitato la pagina di conferma ordine  (inserendo l'URL specifica di questa pagina). Con un elenco di combinazioni personalizzate è quindi possibile creare la lista di utenti che hanno visitato la pagina "Carrello acquisti", ma non la pagina "Conferma ordine".

5. Up-sell e cross-sell con clienti già acquisiti

I clienti che hanno già acquistato su un sito potrebbero essere interessati anche a prodotti o servizi complementari. Questi utenti possono essere raggiunti creando l'elenco degli utenti che hanno effettuato conversioni o anche creando elenchi personalizzati di utenti "Convertiti" relativamente a prodotti specifici. In questo modo sarà possibile proporre a questi clienti annunci relativi a prodotti correlati ai loro acquisti.

6. Raggiungimento degli utenti entro determinati periodi di tempo

Gli elenchi per il Remarketing permettono anche di raggiungere gli utenti entro (e non oltre) un detrminato periodo di tempo. Questo può essere omlto utile quando si ritenga che i potenziali clienti siano più propensi a effettuare acquisti entro un determinato periodo di tempo dalle prime interazioni con il sito.

Per raggiungere ad esempio i clienti che hanno effettuato un acquisto nel corso degli ultimi 30-90 giorni, è possibile creare due elenchi per il remarketing: un elenco della durata di 30 giorni e un elenco per la durata di 90 giorni. Grazie alle combinazioni personalizzate si possono poi ad esempio raggiungere tutti i clienti nell'elenco dei 90 giorni ma non i clienti nell'elenco dei 30 giorni.

7. Raggiungimento di utenti sulla base di località e lingua

Il Remarketing consente di proporre annunci ai visitatori del sito ovunque si trovino nel mondo e possono parlare diverse lingue, perciò conviene selezionare nelle impostazioni della campagna il target 'tutte le lingue'.

8. Modifiche alla durata di iscrizione all'elenco

Agendo sulla durata dell'elenco è possibile accrescere o scremare gli elenchi di Remarketing. Aumentando la durata dell'elenco da 30 a 60 giorni ad esempio, è possibile accrescere il numero degli utenti in elenco. Viceversa, per aumentare le potenziali conversioni, può aver senso ridurre la durata iscrizione per rivolgersi esclusivamente ai visitatori più recenti. Il limite di frequenza , inoltre, circoscrive il numero di volte in cui un utente è esposto a un annuncio al giorno, riducendo potenzialmente il numero delle impressioni.

9. Pianificazione degli annunci

La pianificazione degli annunci consente di specificare determinati orari o giorni della settimana in cui pubblicare gli annunci. In questo modo è possibile raggiungere gli utenti nei momenti in cui sono online.

10. Pubblicazione degli annunci accelerata

Scegliendo la pubblicazione accelerata AdWords pubblica gli annunci più rapidamente fino all'esaurimento del budget. In questo modo è possibile raggiungere nelle prime ore della giornata tutti gli utenti della lista.

 

Eleonora Manfrini

Eleonora Manfrini

Google AdWords Specialist con certificazione ufficiale Google. Vincitrice del primo premio Google AdWords Power Up 2015. Conosco ed utilizzo il programma Google AdWords dal 2008. Mi piace scrivere per il web, creare campagne pubblicitarie di successo e aggiornarmi continuamente sugli strumenti che utilizzo. Mi appassionano le storie ed il business dei miei clienti. Amo viaggiare, stare all'aria aperta e coccolare la mia bimba.

Leave a reply