Bookmark and Share
Document Actions

Aggiungere la Politica Plone di Supporto

Up one level
Questo prodotto consente una gestione granulare di workflow all'interno di una gerarchia di cartelle del CMS open source Plone.

Ora introdurremo il concetto di politiche di workflow. Le politiche di workflow sono configurazioni locali su aree del sito e oggetti così che possiate mappare ogni tipo di contenuto ad un workflow esistente o personalizzarne altri e dare diversi permessi in una specifica sezione del vostro sito. Con solo un paio di click, le politiche di workflow vi permettono di creare un'area intranet all'interno del vostro sito web, o una sezione speciale con un workflow particolare per nuovi elementi e eventi, in questo modo l'ufficio redazionale di una grossa azienda può avere un workflow personalizzato, per esempio. Non lavoreremo nella ZMI; useremo l'interfaccia utente di Plone questa volta, perciò non vi preoccupate! Questa funzione è molto facile da gestire. Prima di tutto abilita il prodotto Supporto Politica Workflow (CMFPlacefulWorkflow) disponibile (ma non installato) di default in Plone. Per farlo, andate nel pannello di controllo di Plone, cliccate su Componenti Aggiuntivi, selezionate l'elemento "Workflow policy support" e confermate l'installazione. Dopo di che, un elemento, chiamato Politiche di Workflow, dovrebbe apparire nel pannello di controllo di Plone; se cliccate sull'elemento questo vi porterà in un nuovo form di configurazione. Attraverso il riquadro di configurazione di Politiche di Workflow sarete in grado di modificare la mappatura globale presente in portal_type_workflow (sarete in grado di selezionare il workflow che volete per ogni tipo di contenuto in una certa area del vostro sito web), modificare le impostazioni esistenti della politica locale di workflow e creare o duplicare una nuova politica di workflow che potete applicare localmente sul contenuto. Il riquadro di configurazione delle Politiche di Workflow presenta due tab di configurazione come potete vedere nella Figura 7.19. Il tab Mappatura dei Workflow sui tipi di contenuto Globali vi permette di selezionare quale workflow volete applicare ad ogni tipo di contenuto.

Mappatura Workflow

Figura 7.19. Il tab  Mappatura dei Workflow sui tipi di contenuto Globali per le politiche di workflow

Se modificate qualcosa qui, qualsiasi cosa sia si rifletterà nello strumento portal_workflow, del quale abbiamo già parlato. Infatti questo riquadro di configurazione è più di una visualizzazione user-friendly dello strumento portal_workflow, ma introduce anche alcune nuove funzionalità! Ne parleremo tra un momento. Il secondo tab, Mappatura del Workflow sui tipi di contenuto locali (mostrato nella Figura 7.20), vi guida attraverso il pannello di configurazione delle Politiche di Workflow; vi permette di definire nuove politiche di workflow personalizzate e configurare quelle esistenti, se necessario, modificando la mappatura utilizzata di default per i tipi di contenuto e i workflow.

Mappatura Workflow tipi di contenuto

Figura 7.20. Il tab Mappatura del Workflow per i tipi di contenuto locali per le politiche di workflow

A questo punto, potete semplicemente usare le politiche di workflow esistenti o crearne di nuove. Le politiche esistenti, registrate di default in questo strumento, sono le seguenti:

  • Intranet: una politica per le aree intranet dove gli utenti non possono accedere ai contenuti se non sono loggati
  • Old Plone: una politica con il workflow standard di Plone come default
  • One state: una politica senza transizioni e solo uno stato
  • Simple pubblication: una politica con il simple_pubblication_workflow come workflow di default.

Se selezionate una di queste politiche – per esempio, Intranet – potete scegliere un workflow locale usato di default (si veda la Figura 7.21 per un esempio), e per ogni tipo di contenuto potete mappare il workflow da usare solo nell'area dove volete applicare questa politica. Cominciamo con un semplice esempio per capire come è possibile applicare la mappatura locale del workflow. Immaginate di avere a che fare con un sito web pubblico creato da Plone, ma volete aggiungere anche un'area riservata, raggiungibile solo dagli utenti registrati. In quest'area, diversi profili di utenti possono creare, visualizzare e modificare i contenuti in base al loro ruolo. Potete anche pubblicare alcuni contenuti esternamente se volete, permettendo agli anonimi di visualizzarli; altrimenti nessuno potrà vedere cosa c'è dentro quest'area.

pannello configurazione mappatura

Figura 7.21. Il pannello di configurazione della mappatura del workflow per la Intranet.

Come si può fare? Andate nella radice del vostro sito web e create una nuova cartella chiamata, ad esempio, Intranet. A questo punto, se avete installato correttamente il supporto politica di workflow, guardate nel menu a tendina Stato e vedrete un nuovo elemento, Politica, come mostrato nella Figura 7.22.

menu Stato Politica

Figura 7.22. La nuova opzione che apparirà nel menu Stato: Politica

Cliccate sull'opzione Politica e otterrete una pagina simile al riquadro mostrato nella Figura 7.23.

Configurazione Politiche Locali Workflow

Figura 7.23. Il pannello Configurazione delle Politiche Locali di Workflow per le nuove cartelle

A questo punto potete cliccare sul seguente link: “aggiungi una configurazione della politica locale di workflow nella Cartella” come mostrato nella Figura 7.24.

politica di workflow cartella

Figura 7.24. Aggiungere una nuova politica di workflow in una cartella

Potete scegliere una politica di workflow per la cartella corrente e anche per altri contenuti della cartella. Attivate o disattivate l'opzione Intranet per entrambe le sezioni del pannello di configurazione (potete scegliere una qualunque altra opzione, in base alle vostre necessità). Con solo un paio di semplici click del mouse, avete creato un intera area intranet – wow! L'intero sito web ora ha una definizione globale di workflow. Solo nella cartella Intranet avete una politica di workflow personalizzata che mette a vostra disposizione un'area intranet/extranet. Se guardate più attentamente la cartella Intranet, noterete che sia la cartella che gli elementi contenuti hanno diversi stati di workflow, come potete vedere nella Figura 7.25 per esempio.

Statoarea intranet

Figura 7.25. Il menu Stato per l'area intranet

Se volete conoscere maggiori dettagli su come funziona il workflow della intranet, potete andare nello strumento portal_workflow nella ZMI. Potrete vedere questi stati disponibili:

  • Internal draft: visibile a tutti gli utenti della intranet; modificabile dal proprietario
  • Pending review: in attesa di essere revisionato; non modificabile dal proprietario
  • Internally published: pubblicato e visibile agli utenti della intranet; non modificabile dal proprietario
  • Private: non può essere visualizzato dai semplici membri registrati
  • External visible: contenuto selezionato disponibile alle persone fuori dalla intranet.

Potete esaminare le impostazioni di permesso per ogni stato nella stessa maniera con la quale esaminate il simple_pubblication_workflow. In questo caso, usate una politica di workflow già disponibile in Plone. Il pannello di configurazione della politica di workflow vi permette anche di creare manualmente nuove politiche o duplicare quelle già esistenti. Così se volete una nuova configurazione locale di una politica di workflow potete crearla da zero o, se è simile ad una già esistente, potete duplicarla e cambiare solo quelle mappature che vi serve modificare. In questo modo, potete duplicare e personalizzare una politica senza modificare l'originale. Una volta creata, potete poi creare una nuova area e applicarle la nuova politica, come abbiamo già fatto, o applicarla ad una cartella già esistente.

by Dario Pollino last modified 2010-03-19 16:37
Contributors: Maurizio Delmonte, Davide Moro, Alice Narduzzo, Fabrizio Reale, Enrico Barra, Andrea Cannizzaro, Andrea D'Este, Maurizio Lupo, Giuseppe Masili, Dario Pollino, Matteo Sorba.