Bookmark and Share
Document Actions

Cos'è un sistema di gestione dei contenuti?

Up one level
Cos'è un CMS? Com'è nato e come si è sviluppato nel tempo? Per chi è consigliato? Quali sono i suoi vantaggi? Iniziamo con una panoramica generale su Plone.

 

Cos'è un sistema per la gestione dei contenuti?

Con il termine sistema per la gestione dei contenuti, di solito ci si riferisce ad un software utilizzato per creare, modificare, gestire e pubblicare contenuti in modo coerente ed organizzato. Ma proviamo a dare una spiegazione più dettagliata.

Cosa si intende per contenuto? Il contenuto è una unità di dati con alcune informazioni extra collegate ad esso. Questi "pezzi" di dati potrebbero essere una pagina web, delle informazioni su un evento imminente, un file Microsoft Word o PDF, un'immagine, un filmato, o qualsiasi porzione di dati che abbia un significato e che possa essere organizzata e catalogata in un sistema.

Tutti questi elementi sono chiamati contenuti e tutti condividono attributi simili, come ad esempio la necessità di essere aggiunti o modificati da alcuni utenti e la possibilità di essere pubblicati in vari modi. Il sistema controlla questi attributi, in base al workflow da voi impostato, in conformità con la logica definita dalle regole di business dell'organizzazione per la gestione dei contenuti.

Con l'onnipresenza del Web, molti CMS sono oggi classificati come CMS web, sia perché hanno un'interfaccia web-based o perché si concentrano su un sistema di distribuzione basato sul web (attraverso Internet o una rete Intranet). Plone fornisce un'interfaccia di gestione e un sistema di distribuzione, entrambi su web.
 

La storia dello sviluppo Web e dei CMS

Internet è stato inizialmente proposto nel 1962, l'idea era quella di creare una rete globale di computer per la condivisione di informazioni e di dati. La caratteristica che ha caratterizzato il Web, tra gli altri mezzi di comunicazione è stata la capacità di collegare le pagine tra di loro con collegamenti ipertestuali. Avevamo bisogno di un modo per raccogliere, condividere e mostrare le informazioni, quindi i siti web hanno preso vita.

In un primo momento, la creazione di un sito web significava utilizzare un semplice linguaggio di markup, chiamato HTML, che comprendeva alcune opzioni di formattazione e la capacità di collegare le pagine insieme con collegamenti ipertestuali. Così, in quel periodo, dovevamo scrivere il codice HTML da zero per ogni pagina del nostro sito web, creare manualmente i collegamenti tra le pagine per la gestione di contenuti e per consentire ai visitatori di navigare tra di esse.

Con il passare del tempo, l'HTML è diventato più complesso e flessibile. Ma la creazione di un sito web era quasi impossibile per i non tecnici perchè era necessario conoscere dei linguaggi di programmazione. Con l'avvento dei Cascading Style Sheets (CSS), abbiamo finalmente raggiunto la capacità di separare il contenuto delle pagine dal loro "aspetto", ma ancora una volta, dovevamo sapere come scrivere i CSS.

Uno dei vantaggi che offre un CMS è la possibilità di creare pagine web tramite un'interfaccia user-friendly, senza dover scrivere codice HTML o gestire il layout.
 

Cosa ti offre un CMS?

Anche se non è l'unico vantaggio di un CMS, il più evidente è la capacità di coordinare un sito web facilmente. Prendiamo come esempio una situazione in cui una persona, un webmaster, coordini un sito web, sia una rete Intranet che un sito esterno. I contenuti provengono da utenti in vari formati, e il webmaster li trasforma in pagine web fruibili mediante la conversione in Hypertext Markup Language (HTML). Se un utente vuole cambiare quelle pagine, deve mandare le sue modifiche al webmaster, che si occupa di modificare il codice HTML, e così via.
Questo presenta molti problemi per l'organizzazione, il più grande è che tutti i flussi di contenuti passano attraverso una sola persona, creando un "imbottigliamento". Questa persona fa da solo tanto lavoro, e se è malato o lascia l'azienda, una grande quantità di produttività si perde durante la ricerca di un sostituto. Il processo di pubblicazione può essere abbastanza frustrante mentre le e-mail vengono scambiate tra il webmaster e l'utente cercando di far pubblicare il contenuto.

Quello di cui avevamo bisogno era un sistema che facesse le seguenti cose:  

  • Separare il contenuto di una pagina dalla sua presentazione: Se il contenuto effettivo è separato dal metodo di presentazione, l'autore di contenuti non ha bisogno di conoscere il codice HTML o come la pagina viene inviata. In realtà, una parte del contenuto potrebbe avere diverse "viste" applicate ad esso, inclusi i formati diversi da HTML, come ad esempio Portable Document Format (PDF) o Scalable Vector Graphics (SVG). Così, se si desidera modificare l'aspetto grafico del sito, dovete solo modificare la "vista", piuttosto che tutto il contenuto.
  • Permette ad alcuni utenti di aggiungere e modificare contenuti: Se gli utenti specificati possono aggiungere e modificare facilmente i contenuti,  non c'è bisogno di inviare i contenuti al webmaster o al team web. Invece, l'utente che vuole creare una pagina può farlo e modificarla nella maniera in cui gli serve.
  • Applica le regole per definire chi può pubblicare cosa e quando: la vostra ditta potrebbe non volere che chiunque pubblichi contenuti sul vostro sito web. Per esempio, le persone che si occupano di marketing dovrebbero essere in grado di pubblicare nell'area stampa del sito, ma non nella sezione di ingegneria.
  • Applicare regole di business per i contenuti: se una persona di marketing crea un comunicato stampa, qualcuno dell'area legale, dovrebbe poter  revisionare tale documento. In questo caso, il documento verrà passato attraverso un processo di revisione che garantisce che non verrà pubblicato finchè la revisione non sarà effettuata.
  • Cercare e indicizzare le informazioni in modo intelligente: Poiché il CMS può tenere traccia dei metadati strutturati in merito al contenuto (come il nome dell'autore, data di pubblicazione, date di modifica, categorie, e così via), può produrre elenchi di contenuti da parte dell'autore, contenuti recenti, e così via. Inoltre può anche fornire funzionalità di ricerca molto più intelligenti e più utili di una semplice ricerca di testo.


Questi sono tutti gli aspetti ed i vantaggi che fornisce un CMS. Anche se questo esempio elenca i vantaggi che sono più significativi per le grandi organizzazioni, gruppi di tutti i livelli possono avvantaggiarsi con questo approccio.

Il fattore chiave di qualsiasi CMS è che esso prevede una netta separazione dei vari elementi in esso: sicurezza, workflow, viste, e così via. Per esempio, come abbiamo già detto, le viste sono un elemento separato dal contenuto. Questo ti permette di modificare la presentazione.

Quindi, Plone è un CMS, ma non è solo un semplice CMS, è molto di più! Analizziamo perchè.

Chi ha bisogno di Plone?

Nel 21° secolo, una ditta/società/azienda senza un sito web è una cosa impensabile, molte aziende e organizzazioni ne hanno più di uno. Come abbiamo già detto, sia che si tratti di un sito esterno per la comunicazione con i clienti, una rete Intranet per i dipendenti, un sito e-commerce o e-learning, tutti i siti web hanno un problema comune: la gestione dei contenuti. Questa è una sfida che spesso costa alle organizzazioni una grande quantità di tempo e fatica.
 
E' difficile produrre un sistema potente e allo stesso tempo flessibile per siti in modo tale che (il sistema) soddisfi requisiti in continuo cambiamento e che allo stesso tempo soddisfi anche i bisogni emergenti dell'azienda. Questo è quello che fa Plone.

Non importa quali siano i requisiti per il tuo sito web o la quantità di contenuti o di utenti, Plone è una soluzione potente e flessibile per la gestione e l'aggiornamento di un sito. Essendo un software open source, Plone è utilizzato da molti utenti base e legioni di sviluppatori, esperti di usabilità, traduttori, redattori tecnici e grafici. Plone non è "chiuso" in una società, anzi, molte aziende offrono diversi servizi di Plone in tutto il mondo.

Esiste una garanzia migliore di uno studio di caso di successo? Molte aziende importanti e famose hanno scelto Plone per costruire e gestire i loro siti web, alcuni di essi sono facilmente riconoscibili per il loro aspetto, mentre alcuni no. Quello che segue è solo un piccolo campione della vasta gamma di siti:

Riassumiamo i particolari di Plone, che vi aiuteranno a capire perché dovreste scegliere Plone per i vostri progetti.

by Dario Pollino last modified 2010-04-08 15:18
Contributors: Maurizio Delmonte, Davide Moro, Alice Narduzzo, Fabrizio Reale, Enrico Barra, Andrea Cannizzaro, Andrea D'Este, Maurizio Lupo, Giuseppe Masili, Dario Pollino, Matteo Sorba.